Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

18/07/14

Buon compleanno

Ti ho conosciuto esattamente un anno fa, erano le due meno un quarto quando C. ci ha presentati. C'era una luce accecante, le tende bianche erano mosse dal vento e l'aria aveva lo stesso, identico colore del sole. Non avevo nemmeno il coraggio di parlarti. Da allora, lo scorrere del tempo è cambiato. E' come se il mio calendario interno avesse spostato i propri punti di riferimento. Il primo giorno di un nuovo mese è per me il 18, il primo giorno di un nuovo anno è per me il 18 luglio. Sarà sbagliato, così come è sbagliato il modo che ho di rivolgermi a te come se fossi una persona, così come è sbagliato il parlare di me in terza persona, così come la mia intima convinzione di essere due e non una, il cambiarmi nome, la mia visione animistica e romanzata dell'esistenza e un mucchio di altre cose.

Che vuoi farci, il mio cervello l'hanno montato male. Mi piace troppo fare cose sbagliate e non sarò mai brava nemmeno ad approcciarmi a te, avrò mille dita puntate contro e mi ripeteranno che non mi sto impegnando abbastanza. Detto tra noi, non è che me ne importi molto, l'importante è che vada bene a noi.

La resa dei conti è arrivata e ritengo che tu mi abbia stupita. In bene e in male. Un'irragionevole senso di colpa mi strazia per quanto di male è accaduto, ho questa buffa presunzione di pensare che sarebbe stato in mio potere non dico cambiare il corso degli eventi, ma almeno migliorarlo. Eppure le macchine del tempo non esistono. E ciò che mi rimane è quanto di buono è accaduto. Che è notevole, sì.

Penso che continuerò a stare con te. Faremo a modo nostro. E andrà tutto bene finché continueremo a stupirci. M. dice spesso che il rapporto con sé stessi è una specie di storia d'amore e che non si può certo pretendere che fili tutto liscio se l'altro non fa nulla per stupirti.

Quindi, anche se l'avevo presa un po' così, anche se non ero certa che durasse nemmeno un mese, visto che inaspettatamente ci troviamo ancora qui dopo un anno, ti faccio i miei più sentiti auguri di buon compleanno. Cento di questi anni, anzi, duemila e settecento.

2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger