Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

05/03/14

La grande bellezza o la grande cagata?

Erano settimane che cercavo di vedere "La grande bellezza", il film di Sorrentino di cui tutti parlano. Solo che, ogni volta, mi addormentavo dopo i primi 10 minuti.

la-grande-bellezza-film-sorrentino
Purtroppo, per i primi 20 minuti della grande bellezza non accade assolutamente nulla ed è difficile andare avanti senza massicce dosi di caffè e impegno e, personalmente, li avevo già finiti entrambi per gli esami e non li avrei tirati fuori per un film nemmeno se lo avesse fatto il Dio dei Conigli in persona.

Però insomma, alcuni lo amavano, altri ritenevano fosse una grande cagata con la bellezza soltanto nel titolo, così la mia curiosità veniva alimentata di giorno in giorno e ieri, appena tornata a casa dal Cha col pancino pieno di cioccolata, biscotti e ottimismo, ho acceso il pc, mi sono armata di pazienza e finalmente l'ho visto.

Boh, è carino. Commestibile. Io di cinema non ne capisco nulla, eh, però così, su due piedi, non mi sembra poi così grande, questa bellezza. Pare un tantino sopravvalutato. E se lo penso io, cioè, io, la fan numero uno delle storie nichiliste e deprimenti, puramente contemplative, con trame vacue ma grandi messaggi decadenti che fanno capolino da quel certo nonsochè, vuol dire che bisogna farsi un paio di domande.

Non lo so, carino è carino, ma solo carino. Probabilmente sarebbe stato bello se fosse stato un po' più a tutto tondo e non solo disfattista, insomma, sembrano la versione ricca dei quattro vecchi che al bar si lamentano di tutto e l'unico personaggio positivo è la spogliarellista quarantenne che, attraverso il suo grigio cinismo e la sua malattia terminale nobilmente celata, riesce a far breccia nel cuore del napoletano disfattista che, finalmente, non si limita a sputare sentenze da sbruffone ma decide di aprirsi ad un sano, costruttivo dialogo. L'uomo che a 60 anni imparò a parlare senza rompere i coglioni. Che bravo, ci hai messo tanto ma alla fine ce l'hai fatta!

No, va bene eh, per carità, mica è un brutto film. Però tutta questa bellezza... Ma allora l'oscar datelo a "Luminal" di Andrea Vecchiato che sinceramente mi sembra sulla stessa identica scia nichilistico-contemplativa, con qualche italianata in meno e con meno sfarzo neobaroccheggiante. No, "Luminal" non ve lo siete mai cagati di striscio, perchè il nichilismo fine a sè stesso non va bene, non è un messaggio socialmente utile, e poi c'è troppo sesso, e poi c'è voglia di provocazione che al giorno d'oggi sa di banale. Ma scusatemi, "La grande bellezza" non corrisponde a tutte queste caratteristiche? Se l'avessi scritta io una storia del genere mi avrebbero presa a pedate e mandata a casa, se la fa la Santacroce tutti a darle della zoccola esibizionista. Se la fa Sorrentino, il mondo intero si inchina e gli danno pure l'oscar. Ma suca, va.

Lo so, sto dicendo delle bestialità cinematografiche probabilmente, ma io tutta sta bellezza nella grande bellezza proprio non ce la vedo. Lapidatemi pure, ma è ciò che penso. E poi il protagonista puzza, secondo me.

6 commenti:

  1. Non sono riuscita a costringermi a guardarlo, mi stava già sulle palle il protagonista,non mi ispirava la storia e, dopo la vittoria agli Oscar ho visto lo stesso Sorrentino definire in un intervista il suo film come lento, lungo e a tratti ostico e noioso. Cioè, se lo dici tu che l'hai diretto!!!Parliamone ^^poi in realtà ultimamente ho visto Gravity che è pure lui bello lento, ma mi è piaciuto molto sia per la storia che per la performance della Bullock!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco, tra l'altro avrebbero dovuto mettere i sottotitoli. quando parla in fretta non si capisce bene quello che dice e no, parlare in napoletano non rende più simpatica la gente.

      Elimina
  2. Non sono riuscita a leggere oltre la metà perché temevo di scoprire troppo. I film di sorrentino sono tutti molto particolari. Ci riaggiorniamo appena lo vedrò. Bacio bacio.
    <3

    Niglia

    RispondiElimina
  3. Se questo è saper far cinema rimango basito. Ho soltanto visto sprazzi di buona fotografia e niente altro ..
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. era carina, si, ma a mio parere non eccezionale. nel 2014 le luci caravaggesche risultano un attimino inflazionate... adatte al contesto, per carità, però non stupefacenti ecco, almeno secondo me.

      Elimina

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger