Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

24/04/13

Natura morta

Chissà se anche il freddo della Russia ti si conficca nella schiena. Magari no, magari si limita a tagliarti la faccia mentre cammini per strada, la fetta di faccia che fuoriesce da cappelli e sciarpe.

Il freddo mi fa pensare ai coltelli, così come il grigiore del cielo settentrionale. Dall'altro lato, la gente del sud ha un nonsochè di tumefatto, è morta, siamo tutti morti che camminano, è come se il sole consumasse i cervelli, li facesse marcire, un po' come i frutti dimenticati fuori dal frigorifero. Siamo natura morta e facciamo gola soltanto alle mosche.



4 commenti:

  1. ti dirò... il caldo a me scioglie anche i pensieri, mentre il freddo mi mette voglia di fare. Col caldo io divento un'ameba inutile. Ma non generalizzerei sinceramente :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vedi? il caldo decompone i cervelli, lo dicevo, io u.u

      Elimina
  2. Adoro la bella stagione e il caldo e il freddo provoca in me la stessa sensazione .... un abbraccio topa.

    RispondiElimina

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger