Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

25/03/13

Letteratura bdsm

Pensavo che ci fosse un vuoto abissale nella letteratura BDSM, a parte De Sade e i romanzi di  E. L. James, che sembrano occuparsi in particolare del masochismo intellettuale grattugiandoci generosamente i neuroni.

Avevo anche letto "La notte dei vampiri" di Nancy Kilpatrick che tenta goffamente di unire il sovrannaturale con il bdsm, il cui risultato è penoso. Possibile che nessuno sappia scrivere di bdsm senza cadere nel patetismo del romanzetto erotico per casalinghe sessualmente represse? Ammetto che sia un argomento difficile da trattare senza scivolare nel patetico, io di sicuro non ci riuscirei.

Credo che la letteratura bdsm mi risulti vuota solo per mia ignoranza, magari esistono grandi capolavori e io non li conosco. Esistono altri libri sul bdsm di cui conosco l'esistenza ma che non ho ancora letto, è raro che io mi avventuri nella lettura di un libro di cui non conosco l'autore o che non mi sia consigliato da una persona dai gusti affidabili, soprattutto se tratta di argomenti così difficili. Sono troppo pigra per affrontare l'ennesima delusione letteraria, quindi cerco di pararmi il culo come posso.

Ora vi elenco i titoli dei libri a tema bdsm, se qualcuno di voi li ha letti vi prego di dirmi cosa ne pensate, così posso pararmi il culo e andare sul sicuro:


  • Vanessa Duriès, Il legame

  • Questo libro ha un nonsochè di affascinante considerando che l'autrice, giovanissima, è stata ripudiata e allontanata dalla sua famiglia. Ma leggendo gli stralci mi sembra un manuale di istruzioni piuttosto che narrativa e, se fosse così, non è che mi interessi molto. Tipo: "Il Padrone non è mai ciò che si crede. Il Padrone vive in uno stato di totale dipendenza dalla sua schiava. In realtà è schiavo della sua stessa schiava, della sua accettazione a subire le sevizie che lo eccitano. Dopo aver compreso questa realtà paradossale non c’è più vergogna a essere schiava. Al contrario, per il gioco sottile dei rapporti di forza, la schiava può rivelarsi colei che esercita il vero potere all’interno della relazione sado-masochistica"

  • A.N. Roquelaure, serie "La Bella Addormentata"

  • A.N. Roquelaure sarebbe lo pseudonimo di Anne Rice. Il ciclo di romanzi "La Bella Addormentata" è composto da La Bella Addormentata (1983), Il Risveglio della Bella Addormentata (1984), e Beauty’s Release (1985), l'ultimo volume non è stato tradotto in Italia. Riprende la fiaba in chiave erotica. Sono molto scettica, penso che prima o poi ne leggerò qualcuno giusto per vedere come se la cava la vecchia Anne Rice con questo tema spinoso, però non mi aspetto un granchè. La Rice scrive benino ma si tratta pur sempre di libri di intrattenimento piuttosto vuoti. Chi lo sa, magari col BDSM migliora.

  •  Mo Yan, Il supplizio del legno di sandalo

  • Questo romanzo, nonostante non tratti propriamente di BDSM ma di torture vere e proprie, mi ispira perchè ho letto recensioni positive a proposito dello stile: "La lingua è viva come un salmone che salta controcorrente. Discorso diretto e discorso indiretto si mescolano spesso, ma senza caos. Si resta impigliati nelle pagine come una rete di magia e incanto."

  • Francesca Romano, L'amore in ginocchio

  • Stella Black, Ogni mio desiderio

L'altro giorno ho scavato nel libro di It (Stephen King) a caccia di un brano divertentissimo che mi ricordavo di aver letto e che volevo assolutamente riportarvi, ma non lo trovo, anche perchè l'intreccio è pieno di flashback e su e giù lungo la linea temporale, quindi cercare il punto della storia in ordine cronologico è impossibile. All'epoca avevo la pessima abitudine di trattar bene i libri e non segnare con le orecchiette le parti interessanti. Male, male. Lungi da me rileggermi tutto il malloppone da mille pagine e passa, prima o poi scoverò il brano saltellando a caso tra le pagine.

33 commenti:

  1. Mi vergogno (o dovrei farlo?) ma non ho letto nessuno di questi libri...
    Amo De Sade, e qui il discorso si farebbe lungo ma.. lui è stato un grande, la sua leggiadria mi incanta, la sua vita è romanzo e lotta sociale..mi fermo qui!
    Ti consiglio "le Undicimila Verghe" di Guillaume Apollinarire (edito da ES biblioteca dell'eros), "La Venere in pelliccia" di Von Sacher Masoch e..."Doppio sogno"Arthur Schnitzler, che non farà proprio parte del genere che affronti in questo post ma l'importante sono le emozioni che da, e poi ha ispirato Eyes Wide Shut...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma nemmeno io li ho letti, non sono esattamente delle pietre miliari della letteratura eh XD
      Mh, in fatto di libri sono un po' bacchettona: per me l'importante non sono le emozioni nè la trama, ma lo stile. Non apprezzo molto i grandi classici per via dello stile un po' passatista e li leggo giusto per cultura personale, nonostante stimi molto gli autori raramente traggo piacere dalla lettura di fronte ad uno stile vecchio, a meno che non si tratti di autori che adoro come ad esempio Kafka.

      Quindi ti ringrazio per i consigli e ti chiedo: che stile hanno?
      Cmq sia Apollinaire che De Sade sono in lista "roba antica da leggere" u.U

      Elimina
    2. Ti capisco.. sto leggendo "Il tallone di Ferro" di London e nonostante mi piaccia non è che sia una lettura tanto lineare.. francamente con de Sade non ho avuto questi problemi, anzi le due versioni della Justine mi sono volate via...Mentre le 120 giornate le ho iniziate anni fa e ancora finite ma..scelta personale, devo trovare il momento e la'tmosfera giusta e poi se lo divoro il divertimento finisce, il libro di Apollineare è molto divertente, anche il mio Lui che di solito è una lumaca l'ha divorato...
      Ma poi è una questione di gusti, quando un libro mi cattura di solito lo fa per l'atmosfera che mi avvolge, questi che ti ho citato ci sono risuciti in pieno...

      Elimina
  2. Ahimè c'è tantissima di quella spazzatura sul genere che bisogna essere masochisti incalliti fino al midollo per provarne piacere. E allora bisogna chiedersi se siano uno strazio o adempiano al loro scopo magistralmente.

    RispondiElimina
  3. ci sono quelli di ryu murakami, a me piace molto
    ti consiglio blu quasi trasparente e poi quello che trovi su internet
    credo che in italia non lo ristampino più, se non lo trovi dimmelo che dovrei avere il libercolo stampato da un ebook su pallidi fogli A4

    poi il BDSM è un argomento vaso, ci puoi fare rientrare tutto, come niente. dipende se sei rigido oppure no.
    un po' come con il surrealismo: si parla di inconscio, quindi grosso modo ci puoi ficcare tutto dentro a forza. ma poi c'è sempre il fanatico di turno (breton) che si autoconvince che il surrealismo lo sa fare solo lui.

    comunque "blu quasi trasparente" è davvero gagliardo, ha una poesia sadica e onesta, difficile che risulti finto o patetico. chissà, magari l'autore è pazzo e non si sforza nemmeno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, comunque mo yan ha preso il premio nobel mi pare.
      magari non è indicativo, però è già qualcosa. se non ricordo male si interessava ai diritti civili o cose così, sembrava noioso e avevo deciso di non leggerlo. poi dimmi che ne pensi del suo feuilleton "sado-pervertito" :)

      Elimina
    2. infatti mo yan mi perplime per lo stesso motivo, non c'ho voglia di robe storiche con guerre ecc.. che discorso caprino.

      "Blu quasi trasparente" è in prosa?

      Elimina
    3. certo che è in prosa! che palle un poema sadomaso :D

      Elimina
    4. e vabbè non si sa mai, io mi informo XD metti che mi capita una prosa a sorpresa! XD

      Elimina
    5. *poesia, volevo scrivere poesia, conoscendoti potrebbero spuntare poesie da ogni angolo.
      santa pazienza, odio schiacciare invio senza rileggere.

      Elimina
  4. ragazzi ma siete fantastici, grazie!! Non mi aspettavo questa valanga di consigli! Vi amo T.T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche tu sei simpatica...però si vocifera che dovresti accorciare le tue parentesi bucoliche

      Elimina
    2. guarda lascia perdere, poi ti spiego in che cazzo di ginepraio sono finita.

      Elimina
  5. mio dio scrivi troppo difficile per me -.-'
    al massimo io potrei consigliarti "la dieta Skinny Bitch" altro non so di libri >_<

    RispondiElimina
  6. io mi riprometto da anni di leggere Histoire d'O ma costa 18€ e ogni volta che sono lì lì per prenderlo poi ci ripenso -.-
    Di De Sade ho letto solo Justine che è stato per certi versi illuminante, molto ironico, in generale mi è piaciuto ma lo trovo un libro un po' fine a se stesso, non mi pare ci sia molto altro oltre alla tipa che viene seviziata in tutti i modi possibili e immaginabili..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah già, histoire d'O! bellissimo, lo consiglio anch'io. tra l'altro ne ho una versione rubata alle bancarelle qualche anno fa e la presto volentieri.

      Elimina
    2. comunque, amaranthine mess, riguardo de sade...mi sembra un po' assurdo cercare qualcosa di più di una storia o uno stile o un genere in un libro. che sia narrativa teatro poesia o quant'altro. anche nei libri di cucina, non è che cerchi la ricetta di un "tiramisù....con l'aggiunta di pollo". se de sade è illuminante, molto ironico, in generale ti è piaciuto...è in più è pure simpaticamente pervertito...direi che il vostro incontro letterario va alla grande!

      Elimina
  7. Alle superiori la mia prof di italiano disse " io amo i libri per me buttare un libro è come buttare una persona "
    fin qui tutto bene ma aggiunse " l'unico libro della mia vita che ho buttato è stato uno di de sade,quella per me non è letteratura".
    Io naturalmente ho detto che non ero d'accordo, ma non ho approfondito,in quanto non mi avrebbe dato mai un minimo di ragione visto che era una simpatica donetta ipocrita che sbavava dietro uomini in divisa(sua vera propria ossessione) che la trattavano giustamente come un ochetta sottomessa ,per me bastava questa sottile ironia per capire che di certo io non ero nel torto.
    Claudia.R ù____ù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mio dio ma veramente esistono quelle che sbavano dietro gli uomini in divisa? io pensavo fosse una caricatura da film. bha. moralistadimmerda.

      Elimina
  8. gustoso salmone cristianone anche a te
    - http://www.bibliotecagiapponese.it/2010/09/28/e-book-gratis-blu-quasi-trasparente-di-r-murakami/
    - http://www.2shared.com/complete/H5CP7WSo/Pauline_Reage_-_Storia_Di_O.html

    RispondiElimina
  9. Ciao, sono capitata nel tuo blog in cerca di come riuscire a d avere i capelli biondo-bianchi e poi non ho resistito e mi sono messa a curiosare, finendo qui. Per esperienza personale, ti scrivo che ho letto la trilogia della Rice sul Risveglio della Bella Addormentata e di aver trovato quei romanzi, uno più intenso e viscerale dell'altro (letti inoltre in lingua originale, dato che in Italia non sono mai usciti tutti ... mah!), a differenza di quelli sui vampiri (di una noia mortale!). Letto anche Histoire d'O: bello, ma niente di trascendentale, almeno per me che amo scrivere romanzi in cui l'erotismo è di vario tipo e bello tosto XD Finora non ho letto nulla di meglio in confronto a quelli della Rice, ad eccezione di quello di 9 settimane e mezzo (da cui trassero la sceneggiatura del film, rendendolo purtroppo smielato), una sorta di autobiografia di Elizabeth McNeill.
    Spero di averti fornito qualche dritta! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie davvero!! penso che proverò quelli di anne rice, avevo letto in giro che solo i primi 2 volumi sono stati tradotti in italiano.. o non si trovano nemmeno quelli? o.o

      Elimina
  10. Ciao, sono finita per puro caso sul tuo blog e non ho potuto trattenermi dal commentare...essendo abbastanza inserita nel mondo bdsm sia per quanto riguarda i libri sia per quanto riguarda alcuni aspetti della mia vita da qualche anno a questa parte. Ne ho letti tanti di romanzi bdsm, alcuni meritevoli, altri pura spazzatura (e in questa spazzatura non mi vergogno di gettare senza esitazione alcuna tutta la trilogia delle acclamatissime 50 sfumature, che tutt'oggi non so per quale motivo ho letto nonostante le critiche tutt'altro che positive...immagino sia stata una sorta di sindrome da san Tommaso...).
    Non so se ritenerli letteratura o meno, ma a mio parere
    possono almeno essere considerati realisticamente pertinenti al bdsm VERO, questi: la trilogia "80 days" (l'ho divorata in 3 giorni, uno per ogni libro...per quanto mi aveva preso...sarà che amo Vivaldi...se li leggerai capirai perché l'ho sottolineato), "Sul mio corpo" di Sonia Rottichieri (forse lascia un pizzico di delusione alla fine, ma dipende da cosa ti aspetti di leggere...), e "Diario di una sottomessa" di Sophie Morgan. Ora mi vengono in mente questi...va beh non sto a inserire De Sade e la Reage della cara O, perchè sono straconosciuti entrambi :)
    Buona lettura!

    F.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per i consigli! per ora ho un bel po' di libri in coda, appena la coda si ridurrà ricontrollerò questo post U.U

      Elimina
  11. Ciao, io ho appena finito leggere i primi 3 libri della serie "Peccato originale" di Tiffany Reisz. Sono scritti bene e il BDSM viene trattato da tutti i punti di vista e la storia di sottofondo è bella. E molto meglio della trilogia di "5o sfumature". Lo raccomando come lettura :)

    RispondiElimina
  12. ehi, grazie! siccome perfino la carta igienica potrebbe esser migliore di 50 sfumature di grigio, ho appena cercato in giro delle recensioni in merito all'autrice che mi hai consigliato. promette bene, spero che abbia dei contenuti interessanti come sembra. le darò un'occhiata!

    RispondiElimina
  13. http://reader.ilmiolibro.kataweb.it/v/1031067/Piacere_Mentale#!%22

    RispondiElimina
  14. Franco ha 47 anni, conduce da molto tempo una piccola redazione in cui ha trattato in molti anni gli argomenti più disparati e fatto centinaia di interviste.Scrivere un articolo sul BDSM lo alletta parecchio.Incontrerà chi gli mostrerà questo mondo attraverso un'intervista molto particolare.Catapultato in un mondo di cui ignorava l'esistenza con situazioni e regole che non avrebbe mai immaginato.Ha la possibilità di uscirne e rinunciare o mettersi in gioco e continuare...
    http://www.ultimabooks.it/piacere-mentale-la-padrona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è per me un onore che l'autrice stessa mi abbia proposto il suo libro, grazie davvero :)

      Elimina
  15. hai mai letto qualcosa di leopold von sacher masoch? la venere in pelliccia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, ho solo visto l'omonimo film di Polanski. carino, anche se mi ha un po' disturbata l'atteggiamento svampito della protagonista. e che cazzo, sei una mistress, non un'oca giuliva è.è

      Elimina
  16. Just looked at your website and all I can say is: Compliments!!
    Greetings from enrico, slave of Mistress Kate – Netherlands

    RispondiElimina

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger