Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

23/02/13

La cerimonia del tè

cerimonia-del-te-geishe


Sarò fedele fino alla morte al rituale del tè.

Sarò ripetitiva, sarò ossessiva, ma sono convinta che il tè sia la cosa più perfetta del mondo. Una bella tazza di tè appaga tutti i sensi. Ti scalda, profuma, è buona, il rumore del cucchiaino sà di casa, e molti tè hanno anche un bel colore. Una tazza di tè è perfino più perfetta del sushi, perchè il sushi puzza di pesce e appiccica le mani.



La miscela più buona che io abbia mai bevuto si chiama "El sombrero" ed è una miscela speciale preparata soltanto in un negozio di Bologna, me l'ha fatta provare Chiara. Quella ragazza aveva una faccia, quando me lo ha proposto, ma una faccia: sembrava che stesse parlando del sacro Graal. E aveva ragione, cazzo! Credetemi, quel tè è il paradiso. Ho letto gli ingredienti e forse ciò che lo rende così buono è il fiore di cactus.

Di tè buoni ne ho provati tanti ma, visto che non mi ricordo il loro nome, evidentemente non erano all'altezza del fantastico Sombrero. Il tè verde in foglie è sicuramente il migliore.

Anche il tè verde originale giapponese mi è piaciuto molto, è completamente diverso dal nostro, molto denso, molto verde e amarognolo, ma proprio buono. Due anni fa mi ero intrufolata in un'associazione giapponese per scroccare del sushi e per puro culo facevano anche la cerimonia del tè, così ho potuto provare il mitico tè verde giapponese servito da una geisha un po' attempata.
cerimonia-del-te

La cerimonia del tè è un rituale affascinante, soprattutto perchè io non capisco il giapponese e le giapponesi non capiscono l'italiano, dunque era del tutto impossibile comunicare. Ad ogni modo, imitando a gesti come a Taboo ciò che si intende dire, in qualche modo ce l'abbiamo fatta a fare questa benedetta cerimonia.

C'era una donnina che preparava il tè e un'altra donnina che lo serviva. Prima di offrirti il tè nella tradizionale tazza (una specie di ciotola in terracotta), la geisha ti offre uno di questi zuccherini dal sapore dolce ed estremamente insignificante:
cerimonia-del-te

Ok, subito dopo la geisha ti porta la tradizionale ciotola che bisogna tenere in un determinato modo: con i palmi di entrambe le mani, e con la decorazione dorata dipinta sulla ciotola rivolta verso l'esterno.
cerimonia-del-te
Dopodichè, in circa tre secondi netti, tracanni quel fondino di tè estremamente denso, amaro e buonissimo, e ne vorresti altri due litri.

Poi vabeh, a parte le miscele superfavolose, riguardo ai tè normali di uso quotidiano ho scoperto il tè bianco della Twinings che ha un ottimo rapporto qualità prezzo e, sempre della Twinings, mi piace l'Earl Grey verde, che è un tè verde aromatizzato al bergamotto. Me l'ha fatto scoprire Vinz. Ci tengo a precisare i diritti d'autore di tutte le teinose scoperte. Mi piace anche il tè nero alla pesca della Star da bere col latte, ma non lo compro praticamente mai perchè è raro mi venga la voglia di tè col latte. Ultimamente bevo anche il tè verde Kent, è meno buono di quello Twinings però, oltre a costare un terzo, ha delle confezioni piccine piccine e salvaspazio così rassicuranti.

10 commenti:

  1. Il tea verde al bergamotto, la mia droga! ieri sono dovuto andare al centro commerciale "la torre" per trovarlo :D

    Sto anche per finire quel misterioso tea verde in foglie con l'etichetta in cinese ( che dopo attente ricerche posso classificare come gunpowder ), trovare quello sarà ancora più complicato.

    Un altro tea che trovo meraviglioso e l'Assam, alcuni dicono che vada preso col latte, stolti, va preso assolutamente senza latte, senza zucchero e senza nient'altro. L'ho bevuto una volta al Rintocco con Alice, ci abbiamo riprovato ma abbiamo sempre trovato chiuso xD

    PS:
    Il tuo "tema orribile" sovrappone gli angoli delle immagini al testo, questo si che è fastidioso.

    RispondiElimina
  2. si ho notato XDDD peccato, la rotazione era simpatica, mi sa che la toglierò.

    guarda che il tè verde al bergamotto ce l'hanno alla sigma sotto casa mia, te l'avrò ripetuto cento volte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh, me ne ricorderò quando finisco queste 50 bustine xD
      E hanno quello della twinings? alla torre lo trovo di una marca strana, non è ai livelli della twinings.

      La rotazione la puoi lasciare se giocherellando con i css riesci ad aumentare lo spazio tra l'ultima riga di testo e l'immagine.

      Elimina
  3. non sopporto le immagini troppo distanti dal testo, così come mi urtano le interlinee particolarmente ariose. capisci, poi sento freddo. meglio eliminare la stortaggine.

    si si, twinings.

    RispondiElimina
  4. La prossima volta ti faccio provare "Bacio di Dama" U___U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siiiiiiiiiiiiiii!!! ma qualcosa mi dice che il sombrero lo batte U.U

      Elimina
  5. Se il pesce è di qualità, non puzza per nulla, e non lascia alcun odore :P tranne se non sei tu a filettarlo; a quel punto tra interiora da rimuovere e tutto, puzzi x°D

    Anche a me è toccato convertirmi al rituale del tea xD

    Andy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma non è possibile, dai, sempre pesce è. non dico che debba lasciarti un puzzo immane ma se ti annusi le mani non puoi non sapere di pesce!

      ti è toccato?! come osi, eretico? semmai, hai avuto il prezioso dono dell'iniziazione al sacrosanto vizio del tè.

      Elimina
  6. in che locale di Bologna si trova il tè di cui parli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stregate!
      http://www.stregate.it/it/index.html

      Elimina

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger