Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

04/04/12

Dislessiche professioniste del nulla

dislessiche professioniste del nulla
Sei proprio un folletto, mi ripetevi. Voci allegre ma non troppo si arrampicavano lungo l'obelisco dedicato ai morti dietro al quale ci eravamo sedute, un posto a casaccio senza troppi complimenti, e chissenefrega del dove e quando, l'importante è con chi. Il cuore artificiale che avevi appeso al collo palpitava ogni tanto e solo noi potevamo sentirlo. Certe volte penso ai suicidi a lieto fine che vuoi tatuarti addosso, alle onde dei nostri discorsi che scorrevano lisce senza cadere nemmeno una volta nel solito dramma. Evoluzione, evoluzione. Un branco di anatroccoli tramutati in cigni battono le ali all'orizzonte. C'è speranza, si. Certe volte mi incantavo. Sei proprio un folletto, mi dicevi, io sorridevo e ripartivo. Ora tornerò a casa con una rosa in borsa e un'amicizia, hai detto ridendo. Io ho pensato che le parole più importanti sono quelle che non dico.

2 commenti:

  1. sei la regina dei folletti pucciosi *_* ed io non posso che essere felice di averti conosciuta <3
    madama francamente mi avete fatto emozionare come una donnicciola <3

    RispondiElimina

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger