Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

01/03/12

Roberto Benigni nudo in giardino

Attenzione, articolo adatto ad un pubblico adulto. Se continui a leggere dichiari implicitamente di avere più di 18 anni.
Sono sconvolta. Ho letto una notizia allucinante che è stata censurata dai tg. Certo che il successo dà alla testa a chiunque. Roberto Benigni è stato sorpreso nel giardino di casa sua con la moglie, i due erano completamente nudi e recitavano l'episodio della Genesi durante il quale Eva raccoglie il frutto proibito e lo porge ad Adamo. La polizia, avvisata dai vicini scandalizzati, ha fatto irruzione nell'abitazione e li ha condotti in caserma. Roberto Benigni si giustifica: "Noi siamo artisti" ha detto "e all'arte tutto dev'essere concesso."  Seguono le foto rubate dai paparazzi durante l'arresto.

  • Una cosa gravissima. Passi le giornate a piangere perchè non hai i soldi per comprare il pane, ma hai un sacchetto di diamanti dimenticati in soffitta nei quali ci pisciano i topi.
  • L'Italia è una meta turistica ambita perchè è la culla dell'arte. Un patrimonio artistico di valore immenso che ammonta ad oltre mille opere attualmente marcisce rinchiuso negli scaffali del museo di Brera e nessuno può vederlo. Mancano spazi per esporre. 
  • La cultura è anche un investimento. I musei fanno rifiorire l'economia di un paese e salvano dalla crisi. 
  • "La cultura è un settore che aiuta la crescita civile di una nazione, come l'istruzione. Il futuro di un paese si basa anche sulle biblioteche e sulle scuole." Tiziana Nanni 
  • La Sala Borsa di Bologna, la più grande e bella biblioteca d'Italia, è attualmente costretta a chiedere l'elemosina.
  • Meno istruzione = meno cultura = più inciviltà
  • Meno musei = meno cultura = meno turisti = meno soldi = crisi
  • Sono concetti compresi facilmente da Inghilterra e Francia ma non dall'Italia. 
  • La Francia è un paese in crisi quanto l'Italia, eppure  la cultura non ha subito dei tagli. "Molti ministeri hanno subito dei tagli, quello della cultura no. Penso che sia proprio nei periodi di preoccupazioni, angoscia e crisi economica che siano necessari i finanziamenti alla cultura perchè è in questi momenti che la gente ne ha più bisogno. La cultura inoltre è anche un investimento."  Frédéric Mitterrand, ministro della cultura francese.
  • A Londra esistono gli Idea Store, si tratta di biblioteche moderne nelle quali i best seller arrivano prima delle librerie, sono luoghi confortevoli dove puoi ascoltare musica, usare internet, mangiare a prezzi economici. Insomma, un pò come la Feltrinelli, con la differenza che gli Idea Store sono pubblici e completamente gratis, compreso il corso d'inglese per gli stranieri. Sembra fantascienza, ma è vero.
  • Perchè i ministri italiani non lo capiscono? Sono tutti cretini o hanno altre priorità?
Vi consiglio di vedere questo video che parla nel dettaglio di ciò che vi ho accennato. Se non avete tempo o voglia, va bene lo stesso. Vorrei solo invitarvi a riflettere con la vostra testa tutte le volte che andate a votare. Se date i voti al cugino del prozio che vi ha fatto un favore, al nonno del sempronio che forse vi darà un lavoro, al pincopallino tanto elogiato dalla vostra famiglia, beh, tutto rimarrà esattamente uguale agli anni trascorsi e nessuno si prenderà la briga di prendere i diamanti lasciati a marcire in soffitta, e continuerete a non avere soldi per comprare il pane.

linguaccia
L'arte salverà il mondo
Ah, la storia di Benigni me la sono inventata. Era l'unico modo per attirare la tua l'attenzione. Se avessi intitolato questo post "Immenso patrimonio invisibile" avresti pensato "si vabbè, le solite lagne sui tagli nella cultura". E invece no. Le solite lagne te le ficco in testa a suon di scoop fittizi, con o senza la tua volontà.

Nessun commento:

Posta un commento

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger