Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

24/03/12

Claustrofilia

Tutte le persone che incontrarono Franz Kafka nella giovinezza o nella maturità, ebbero l'impressione che lo circondasse una parete di vetro. Stava là, dietro al suo vetro trasparentissimo, camminava con grazia, gesticolava, parlava: sorrideva come un angelo meticoloso e leggero. Pietro Citati, Kafka

claustrofilia

colpevole

Nessun commento:

Posta un commento

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger