Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

20/02/12

Scrivendo Revolver

Isabella Santacroce
Isabella Santacroce
"Revolver. Nove mesi per costruirlo. Chiusa nella serra con i ciclamini e le ortensie. Io piantata nel fango. Scrivevo proiettili. Prendevo la mira con calma. Con forza. Premevo il grilletto. Colpivo dei mostri. Nell’appartamento di fianco una sommossa. Muratori albanesi e bestemmie. Martelli pneumatici. Pareti distrutte a mazzate. Pavimenti divelti. Ho sparato le frasi con le cuffiette. La musica altissima per non sentire il fracasso dell’operaio indefesso. Di fuori la nebbia. Io all’improvviso sopra una zattera. Sola sul mare in tempesta. La lenta guerriglia. Dello spavento. Sono sempre più fragile per questo sono ancora più forte. Revolver non è un libro. Revolver è un’arma. Puoi puntarla contro la merda. Puoi puntartela contro la tempia. L’importante è avere coraggio. Indossare spaventi quasi fossero abiti e iniziare a ballare fortissimo."
Isabella Santacroce

Nessun commento:

Posta un commento

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger