Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

01/02/12

Chiusura Splinder

Oggi è morto Splinder. Funzionava molto meglio di blogspot, era bellissimo, il mio Splinder. Ma, come tutte le cose fatte dagli italiani, ha avuto una breve vita. Tempo fa mi ero pentita di esser passata a blogspot appena Splinder aveva iniziato a puzzare di malato terminale. Mi sentivo una povera catastrofista incompresa. Ma ahimè avevo ragione, e così ieri, dopo una lunga agonia, l'hanno soppresso. Nonostante io sia favorevole all'eutanasia, oggi piango lacrime di sangue. Splinder, ci mancherai.

Ma anche no. Crepa tu con tutto il tuo staff strafottente che ci ha lasciati sempre soli a marcire nella nostra merda. Segue un post di lamentele che avevo scritto nel marzo del 2011, giusto perchè mi dispiace buttarlo.



Logo di Splinder
Secondo i Maya l'Apocalisse è prevista per il 2012. Splinder, essendo un sito all'avanguardia sempre al passo con i tempi, non si smentisce mai ed ha deciso di anticipare la propria fine al marzo 2011. Noi blogger, difensori della suddetta storica piattaforma che da anni ospita le nostre pippe mentali, ci mettiamo le mani ai capelli e con una lacrimuccia amara agitiamo la manina dando l'ultimo addio ad anni ed anni di ricordi che a quanto pare imploderanno a breve. La domanda che sorge spontanea è: perchè?

 In molti hanno provato a scrivere allo staff chiedendo spiegazioni ma a quanto sembra i gestori della piattaforma sono troppo occupati a sferruzzare calzini all'uncinetto assieme allo staff italiano di Facebook, ormai famoso per la sua incompetenza. La biancheria dei pronipoti è molto più importante di noi utenti, nonostante le nostre pippe mentali che da anni scriviamo sulla piattaforma fruttano loro fior di quattrini.

 Visto che nessuno risponde, i bloggers hanno iniziato ad autorispondersi. Tutti abbiamo notato che l'implosione di Splinder ha coinciso con il terremoto in Giappone, alcuni hanno ipotizzato che i server fossero situati laggiù e fossero danneggiati insieme alle centrali nucleari. Io sostengo che Splinder, di fronte ai milioni di morti nipponici, si sia ricordato che la fine del mondo è vicina e ha voluto anticipare tutti morendo per primo.

La fine del mondo prevista dai Maya e anticipata da Splinder
Per quanto assurda, sembra più probabile la mia supposizione, in quanto i server di Splinder si trovano a Firenze e non c'entrano una mazza col Giappone. E allora, perchè? Qualcuno si accorge che il dominio splinder.com scadrà il 5 aprile 2011. Si, ok, ma sarebbero dei fessi a non rinnovaro visto che il valore ammonta a circa 3 milioni di euro. Di certo lo rinnoveranno. Oppure no? E allora, perchè non funziona più niente? Rimane un mistero.

 Ho sempre difeso a spada tratta il mio vecchio storico Splinder perchè, a differenza di molte altre piattaforme, permette di personalizzare la grafica completamente. Puoi smontarlo e rimontarlo come diavolo ti pare, puoi trasformarlo in un Moleskine, puoi renderlo chiaro e leggibile oppure caotico, per un periodo credo di averlo ridotto ad una microfinestrella fucsia che scorreva in mezzo ad uno schermo nero. Se sei un'incapace lo distruggerai in due click. E' fantastico il mio Splinder! Giuro che sa fare anche il caffè.

 Ma negli ultimi giorni la mia fedeltà verso Splinder sta iniziando a vacillare. Non so bene come comportarmi di fronte a questa imminente implosione. Mollare tutto e passare alla concorrenza oppure continuare ad avere fede in questa piattaforma così all'avanguardia che anticipa la fine del mondo e rimanere con lei finchè morte - davvero imminente - non ci separi? Mh. Che decisione difficile, non so proprio cosa scegliere. Quali erano i programmi che traslocavano i post da una piattaforma all'altra? Sarà meglio blogspot oppure wordpress? No, dico sul serio, potreste darmi dei consigli? Per seguire gli struggimenti degli altri blogger in merito all'implosione potete andare quì. Dovrebbe essere una specie di forum di supporto ma da anni nessuno dello staff risponde. Per lamentele, complimenti, applausi e performance artistiche potete rivolgervi ai seguenti indirizzi, ma tanto anche lì nessuno vi risponderà a causa degli incessanti lavori all'uncinetto:    


Supporto tecnico e assistenza utenti: supporto@splinder.com   
Redazione Splinder:
redazione@splinder.com   
Pubblicità e sponsorizzazioni:
adv@splinder.com   
Comunicazione e Press info:
comunicazione@splinder.com   
Supporto Splinder:
splinder@crm.dada.net

Attenzione, Splinder potrebbe implodere da un momento all'altro e questo potrebbe essere il mio  ultimo post. Dunque vi lascio con un ultimo struggente addio. Sniff, sniff. Fhhhh. (mi sono soffiata il naso, problemi?)

Addio, post sorgenti dall'acque ed elevati al cielo, cime ineguali note a chi ama leggere i miei deliri ed impresse nella di loro mente, non meno che l'aspetto della mia faccia da culo e dei capelli de' quali si distingue il colore a chilometri di distanza, come il suono stridulo della voce da manga che mi contraddistingue in mezzo ai balconi meridionali fragili come le nostre costole che cert'uni stanno ad osservare con minuzia da pecore pascenti, addio! Quanto è tristo il passo zeppato e rimbombante di chi s'allontana con le aggraziate Demonia Ranger degne d'una ballerina d'altri tempi! (scusami Manzoni, lo so ke ti stai rivoltando nella tomba, ma vedi, Splinder è più moderno di te, è troppo yeah, cioè veramente, tu sei out, mika ti potevo citare senza renderti cool)  

1 commento:

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger