Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

08/01/12

Ricordati Baudelaire


Moralmente come fisicamente, ho sempre avuto la sensazione dell'abisso, non soltanto l'abisso del sonno, ma l'abisso dell'azione, del sogno, del ricordo, del desiderio, del rimpianto, del rimorso, del bello, del numero, ecc.

Ho coltivato il mio isterismo con godimento e terrore.
[...]

Non ho ancora conosciuto il piacere di un progetto realizzato. Potenza dell'idea fissa. Potenza della Speranza.
L'abitudine di compiere il Dovere scaccia la paura. Bisogna voler sognare e saper sognare. Evocazione dell'ispirazione. Arte magica. Mettersi subito a scrivere. Ragiono troppo.
[...]

Non ho convinzioni, come le intende la gente del mio secolo, perchè non ho ambizione.
In me non c'è base per una convinzione.
Vi è una certa vigliaccheria o meglio una certa mollezza nella gente onesta.
Solo i briganti sono convinti - di che? - di dover riuscire. Così, riescono.
Perchè dovrei riuscire, se non ho neanche voglia di provare?
Si possono fondare imperi gloriosi sul delitto e nobili religioni sull'impostura.


Tratto da "Il mio cuore messo a nudo" di Baudelaire

2 commenti:

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger