Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

15/12/11

Cose che ogni aspirante web designer dovrebbe sapere


  • Tutti ormai sanno fare un sito. Sei una miserabile pallina di sterco che rotola nel letamaio.
  • Mai crogiolarsi nelle proprie certezze. Tutto cambia, tutto scorre e nel momento in cui pensi di saper fare qualcosa, quella cosa cambia e ti tocca ri-romperti i coglioni per re-impararla. Uguale: rotture di coglioni continue.
  • Le case bruciano, le persone muoiono. Dio è morto. Flash è morto. Perfino tu morirai. Niente è per sempre.
  • Se non ispiri professionalità tutti ti manderanno a cagare. Quindi, bandite faccine pucciose nonchè voci da cartone animato. Che vita triste.
  • Tutto quello che piace a te non piacerà agli altri. Tutto ciò che ti fa veramente veramente cagare sarà un grande successo. 
  • Ti immaginavi di creare degli universi paralleli di robe che saltano fuori dappertutto e mondi magici di suoni e colori e profumi immaginari. Improvvisamente ti ritrovi a dividere i tuoi universi in rigidi rettangoli e quadrati che devono incastrarsi tra di loro, ti ritrovi a progettare PRIMA delle deprimenti regole che ti impediscono di sognare, vorresti solo morire.
  • Vorresti mettere dei simpatici intrusi totalmente a caso, ma qualcuno ti dice che non è corretto utilizzare la posizione assoluta. E per inserire gli intrusi devi prima dividere tutti geometricamente con numeri e rettangoli. Ripensi con una lacrimuccia a quando inserivi bestioline, moscerini, ragnetti, libellule che battevano le ali con quattro stupidi click. Vorresti solo morire.
  • Immagini il cliente come un compagno di sogni col quale progettare il tuo perfetto universo parallelo. Nel momento in cui ti rendi conto che è solo un uomo nero con una grande falce che sta lì a lapidarti le ali, vorresti solo morire.
Voglio andare a zappare la terra.

9 commenti:

  1. LOL, meraviglioso, riconosco le parole di P, è una cosa che dice sempre, ricordo almeno 3 conversazioni concluse con
    "quel buffone se l'è arrifardiata!" o
    "lo vuole fatto per 300€ e l'ho mandato al diavolo!"
    e lui

    "benvenuto nel mio mondo"

    >>Mai crogiolarsi nelle proprie certezze. Tutto cambia, tutto scorre e nel momento in cui pensi di saper fare qualcosa, quella cosa cambia e ti tocca ri-romperti i coglioni per re-impararla. Uguale: rotture di coglioni continue.

    già...mi ci sto sbattendo in questo momento, e penso sempre agli idraulici, guadagnano più di noi e fanno un lavoro che lo impari subito e dove non ti devi aggiornare ( i tubi li faranno sempre tondi!) e quando fanno il prezzo le persone pagano senza fiatare.

    ma in ogni caso, l'essenza resta, se sei un programmatore ti adatti al nuovo linguaggio, se sei una designer ti adatti alla nuova tecnologia.

    >>Voglio andare a zappare la terra.

    Eh si, il mio progetto secondario di vita era diventare ricco truffando le vecchiette, ma ci sta già pensando Mario Monti... torno al mio progetto originario: la pastorizia

    PS:
    grazie Morg, questo articolo è la prima cosa gradevole che ho letto oggi

    RispondiElimina
  2. IL tuo blog si è mangiato un mio commento bellissimo e lungo quasi una pagina! :(

    RispondiElimina
  3. Non ti riconosco piu`
    TonyM
    da splinder con amore

    RispondiElimina
  4. Purtroppo da grafica di professione posso capirti non bene... di più!
    E' faticoso stare dietro a tutte le novità rimettendo continuamente in discussione tutte le tue nozioni base. Ma la cosa più frustrante è il rapporto con i clienti o con il datore di lavoro.. ogni cosa originale viene - come hai detto tu - falciata. Matematicamente, sistematicamente. E questo è veramente frustrante é__è!!

    RispondiElimina
  5. @Vinz:
    E riscrivilo U_U

    @Tony:
    Da quanto tempoooo! Come procede la fuga da splinder?

    @Shine:
    Che ansia. Vieni con me a coltivare fragole? E mandiamo affanculo tutto?

    RispondiElimina
  6. ormai non mi ricordo cosa avevo scritto, però conteneva la frase "io vorrei dedicarmi alla pastorizia certe volte"
    ti avevo anche fatto qualche complimento credo, di preciso non lo sapremo mai

    (però ho scoperto il problema: blogspot non andava d'accordo con i miei ferocissimi filtri di adblock, quindi li ho disattivati per questa pagina)

    RispondiElimina
  7. toh, proprio ieri pensavo a te e al tuo esperimento antropologico.

    il risultato è: una pagina e mezzo. mi sono addormentata con il libro in faccia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai??? Allora lo vedi che ho ragione??? Tutti a tessere le lodi di quella trilogia... sarà che io dormivo anche con il Signore degli Agnelli (o erano anelli?)... si vede che siamo troppo intelligenti per capire il fantasy... Oppure è il fantasy ad essere troppo intelligente per noi? Bah... teniamoci il dubbio... :)

      Elimina

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger