Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

25/10/11

Inchiuvatu. Black metal siciliano

La terra degli ulivi e degli aranci, signori, non partorisce solo immondizia, muli infiocchettati come bomboniere e mafia. No. Qualcosa di buono è nato anche quì: gli Inchiuvatu.

Senz'altro vi ricordate il proverbio del virdi spiranza e mori cu addisiu. Bravi, vedo che siete attenti. "Addisiu" è anche il titolo di una canzone degli Inchiuvatu, gruppo black metal che canta in siciliano, spettacolare davvero, ma attualmente ha avuto dei problemi legali a causa della blasfemiaIn inglese si può imprecare contro tutti i santi mentre se ci si permette di chiamarsi inchiuvatu sono cazzi amari. Alla faccia del no-global. Ricordate, fanciulli, ricordate: cantate in inglese le vostre canzoncine blakkettone e nessuno vi romperà le uova nel paniere. "Inchiuvatu" significa inchiodato e non c'è bisogno di spiegare a chi si riferisce. Mi viene in mente quella canzone che inizia con "tutti i bambini con i chiodini vanno a..." ma smettiamola con i voli pindarici e torniamo ai nostri simpatici amici. Ecco la canzone di cui vi parlavo:

Sentite le sonorità sicule? Eh? Sentite con che soave melodia il cantante dice "nu regnu du maaaliiii"? Che orgoglio, la mia terra, capite? (si asciuga una lacrimuccia)  Questo sì che è folklore. Altro che carretti con i muli infiocchettati. Se qualcuno non si decide a chiamare il wwf per quelle povere bestie giuro che vado a minacciare un panda. Razzisti. I panda devono essere protetti e i muli no??

Nessun commento:

Posta un commento

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger