Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

26/06/11

Piazza Politeama

piazza politeama
La Vucciria di notte pulsa di inquietudine. Si trasforma nel ritrovo degli inquieti. Forse per questo cerco di evitarla. Per fingere di essere una persona tranquilla. Poi c'è il Drunks, dove hai la sensazione di aspettare qualcosa che non arriva mai. La Magione si riempie solo d'estate e ha le coordinate spaziotempo sfalzate. Certi minuti durano anni e certe notti durano minuti. Il Ballarò poi non l'ho mai capito del tutto, è un pò agrodolce, sembra coccolarti e morderti nello stesso momento. La noia a volte cola dagli alberi. Piazza Garraffaello pare la scena finale di Profumo, ogni tanto una macchina prova a passare in mezzo ai corpi raggomitolati investendo qualcuno. Una volta c'era la Piccola Bottega degli Orrori in via delle sedie volanti, la chiamavamo "la bottega" e così tutti credevano stessi andando in un negozio quando in realtà si trattava di un pub. Poi ha smesso di esistere. Le cose belle non durano a lungo.

Quella che preferisco è Piazza Politeama, detta "piazza skaters" a sinistra e "tempietto" a destra, che poi in realtà si chiama piazza Castelbuono. Non se la caga nessuno di notte, a parte qualche passante frettoloso. Ha tutta la città intorno che ribolle, e lei se ne sta lì, in silenzio, tutta illuminata e certe volte perfino pulita. C'è l'esercito dei fighetti a due passi nella Champagneria, i truzzi ai Candelai che strillano a squarciagola e gli inquieti che galoppano verso la Vucciria, c'è di tutto, ma lei non si scompone. Non fa alcun rumore. Rimane un elegante, luminoso deserto.

3 commenti:

  1. è una foto molto ''the ring''
    ''pio''

    RispondiElimina
  2. L'estate scorsa in vacanza con i miei ci andavo tutte le sere, a piazza Politeama. Ci sedevamo sulle panchine in fronte al teatro, a mangiare gelati e guardare i bambini correre. Una volta abbiamo anche azzardato una foto con tanto di sorrisi.

    Ho avuto una profonda crisi questi giorni e ho cancellato il blog, cercando una rottura definitiva con i sentimenti passati che certamente non avverrà chiudendo un blog ma tant'è.

    Marta.

    RispondiElimina
  3. @pio
    è anche una foto stravecchia se noti che avevo la giacca di plastica XD

    @Marta
    non avresti dovuto cancellarlo.. chiuderlo sì ma cancellarlo no. Comunque ormai che hai fatto la frittata, ti sei trasferita altrove per caso?

    RispondiElimina

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger