Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

21/06/11

Il deserto

Finora ho cercato sempre di essere un altro, ho cambiato continuamente luoghi, vita, sforzandomi di acquisire una diversa personalità. Era un modo per crescere, pensavo che cambiando me stesso sarei riuscito a liberarmi di tutto. Alla fine, però, mi sono reso conto di aver fatto un buco nell'acqua: dovunque andassi mi ritrovavo con me stesso e i miei difetti. [...] Tutti vivono e muoiono in tanti modi, ma non è questo quello che conta. Alla fine ciò che rimane è il deserto.
Haruki Murakami, A sud del confine, a ovest del sole

2 commenti:

  1. E spesso quel deserto è così rovente che l'ustione riesce a risalire dalle piante dei piedi fino al cuore e a bruciarlo...

    RispondiElimina
  2. io lo trovo gradevole il calore del mio deserto :)

    RispondiElimina

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger