Zucchero Nero
PortfolioArteLibriDiarioContatti

01/06/11

Galleggiano stormi di aquiloni

Al telegiornale hanno detto che galleggiano stormi di aquiloni sul tuo cielo. Mi sono girata e li ho guardati. Ce n'erano tantissimi a forma di medusa. Così ho pensato ai miei capelli. Dicevi che quando sbiadiscono sembrano i fili di una medusa, un pò rosa e un pò azzurri, quelli elettrici che se li tocchi bruciano.  Mi sono girata e li ho guardati. Avevo un cielo sullo schermo o forse un mare nuvoloso. Accanto al mio letto ormai da tempo ho incollato te che raccoglievi secchi di meduse, come in quei romanzi trasognati dove niente sembra vero e mentre leggi pensi: tanto questo non mi accadrà mai. Bisognerebbe avvertire certi scrittori che le creature delle loro fantasie esistono per davvero, qualcuno dovrebbe avvertirli, si animerebbero di nuove speranze pensando che il mondo non marcisce del tutto e che i lieti fine che sanno di mare e di ciliegie possono accadere anche nel reale.  

 

Nessun commento:

Posta un commento

Template and contents © Zucchero Nero • Powered by Blogger